Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Via alla rete euromediterranea Transgreen

Il ministro dell’Ecologia e
dell’Energia francese, Jean-Louis Borloo, ha sancito oggi la nascita di
Transgreen, consorzio d’imprese voluto da Parigi che svilupperà una rete
di elettrodotti sottomarini nel Mediterraneo per portare in Europa
l’energia rinnovabile prodotta in Africa. Nella capitale
francese, 12 aziende tra cui l’italiana Prysmian hanno firmato
l’accordo costitutivo della partnership industriale che studierà la
fattibilità e realizzerà la super-rete.

Oltre a Prysmian, a Transgreen hanno aderito
Abengoa, Alstom, Areva, Atos, Origin, Cdc Infrastructure, Edf, Nexans,
Ree, Rte, Siemens e Veolia. I 12 partner, cui potranno unirsi altre
aziende europee e della sponda sud del Mediterraneo, faranno capo a
un’entità giuridica comune, che avrà per obiettivo lo studio degli
aspetti tecnici, industriali, economici, finanziari, regolatori e
istituzionali del progetto.

Inizialmente costituito per 3 anni, Transgreen si
inserisce nel quadro del Piano Solare Mediterraneo  - che include
tra l’altro il progetto Desertec – e lavorerà a stretto
contatto con le autorità dei Paesi coinvolti, la Commissione europea, la
comunità scientifica, le banche di sviluppo e le organizzazioni non
governative.

La milanese Prysmian (ex Pirelli Cavi), leader mondiale dei sistemi in
cavo interrato e sottomarino per la trasmissione di energia, è anche tra i fondatori del gruppo
industriale per la super-rete europea per l’eolico offshore Friends of
the Supergrid.